KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Tutto... proprio tutto quello che non ha sezioni dedicate.

Moderatore: Moderatori

jenk
Fondatore
Avatar utente
 
Messaggi: 19215
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 01/11/2011, 18:06

Esordio nel settore delle stradali per la casa varesina con la neonata Nuda 900, via di mezzo tra una naked e una motard. Quale dei due aspetti prevale sull’altro? Vediamolo insieme



La prova delle Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R
Nuda 900 e Nuda 900 R sono la prima vera novità Husqvarna dopo l’acquisizione della casa varesina da parte di BMW. Una moto stradale, e questo già basterebbe a renderla atipica per gli standard Husky, e per di più con un motore bicilindrico da 900 cc.
Non paghi in quel di Cassinetta di Biandronno, oltre a rompere i propri schemi tecnici e filosofici, hanno pensato bene anche di ribaltare quelli stilistici, presentando una moto dall’estetica a dir poco di “rottura”.
Snella, come una Husky deve essere, ma disegnata con il machete, come neanche in KTM hanno avuto il coraggio di fare (e io che pensavo fossero delle moto “spigolose”!).
Le superfici piane si incastrano e creano un insieme di forme convesse, ma anche concave (mai visto un cupolino chiuso su se stesso) in un insieme che è senza vie di mezzo, o ti piace oppure no.
A un’estetica così avanti non corrisponde una meccanica altrettanto futuristica, e forse è meglio così, anche perché esagerare può essere pericoloso (almeno di questi tempi) ed ecco che i cugini di Monaco hanno fornito quanto necessario. Partendo dalla base telaio/motore della BMW GS 800, i tecnici Husqvarna hanno plasmato e definito la loro creatura.

Il telaio e le sospensioni
Partiamo dal telaio, il traliccio tubolare in acciaio tedesco è stato accorciato di 50 mm, e rivisto soprattutto nella zona del cannotto di sterzo, ora più verticale, ma soprattutto più rigido.
Completamente diverso il discorso sospensioni, come era logico aspettarsi. In questo caso nulla arriva da Monaco, ma il comparto è preso ex novo. Due gli equipaggiamenti per le due versioni standard ed R, che puntano a due tipologie differenti di clienti. Standard per il grande pubblico, R per gli smanettoni incalliti e frequentatori anonimi di circuiti. Sachs-Sachs per la standard, con la forcella up side down da 48 mm priva di regolazioni, ed il mono su cui si riesce ad intervenire nel precarico molla e sul freno idraulico in estensione.
Sachs – Öhlins per la R, con la forcella sempre da 48 mm, sempre up side down, ma con una più ampia possibilità di regolazione (precarico molla – estensione e compressione). Più tecnico e più accattivante, anche esteticamente, il monoammortizzatore Öhlins è totalmente regolabile, anche nel passo.
Le differenze tra le due moto, che ricordiamo saranno disponibili a fine anno nei concessionari, oltre al prezzo, 9.900 € per la standard e 11.590 € la R, sono legate anche alla differente colorazione, total black una, bianca/rossa/nera l’altra, alla sella (una con gradino l’altra piatta in puro stile motard) ma soprattutto all’impianto frenante.
Non cambia il fornitore, per entrambe Brembo, non cambiano i dischi, doppi dischi flottanti da 320 mm e singolo da 265 mm, ma cambiano le pinze. Pinze ad attacco radiale a quattro pistoncini per la standard, ad attacco radiale, ma monoblocco per la R. Dietro la pinza flottante è la stessa per entrambe le moto.
Ad oggi purtroppo non è ancora disponibile l’ABS, che sarà a catalogo verso la fine dell’anno prossimo.

Motore
Se pensate che il motore bicilindrico della Nuda sia quello della BMW GS 800 (ed F 800 R) con qualche cc in più, beh vi sbagliate. Tenuto buono il basamento e il cambio, il resto è stato rivisto più o meno approfonditamente.
La cilindrata è passata da 798 cc a 898 cc, grazie all’incremento di 2 mm dell’alesaggio e di 5,4 mm della corsa, nuovi i pistoni le bielle e gli alberi a camme, così come la testa.
Il nuovo albero motore ha conferito al bicilindrico tedesco un carattere più dinamico, mentre la potenza sale fino a 105 CV (77 Kw) a 8.500 giri, mentre la coppia è pari a 100 Nm a 7.000 giri. È stata riprogettato anche il circuito di raffreddamento, così come la parte elettronica, con la possibilità di utilizzare due diverse mappature, una full power, e l’altra più educata e meno brusca per la guida su fondi sdrucciolevoli o a bassa aderenza.

La prova in pista
L'esordio in sella alla Nuda, in versione R, avviene sul piccolo e tortuoso Autodromo di Mores. Tracciato corto ma tecnico, perfetto per saggiare le doti da motard guizzante della neonata Husqvarna. In sella la sensazione di controllo è totale, l'ampio manubrio dalle dimensioni più da moto da cross che da stradale e le pedane non particolarmente alte, mettono a proprio agio il pilota.
La sella non è particolarmente ampia, anzi non lo é affatto, e anche l'imbottitura non promette bene sulle distanze medio lunghe, ma adesso siamo in pista e rimandiamo il giudizio sul comfort a dopo, quando saremo in sella alla versione "borghese". Una approfondita sbirciatina tutt’intorno alla moto, mette in evidenza dei contrasti nella finitura di questa moto.
Premetto che le “Nude” protagoniste del test erano tutte delle pre serie, per cui le finiture di alcuni particolari saranno sicuramente riviste, ciò non toglie che alcuni componenti stonano rispetto ad altri. Le plastiche della carrozzeria sono realizzate e assemblate con cura, anche le verniciature sono esenti da critiche, mentre le saldature del telaio non mi fanno impazzire. Mettendo a confronto le due viste laterali, destra e sinistra, si nota una differenza di “ordine e pulizia”.



Il lato sinistro, quello dello scarico tanto per essere chiari, è pulito, cioè ordinato, essenziale ma ordinato (il tappo del rabbocco dell’olio con la sigla GS lo farei sparire…), mentre osservando la Nuda da destra ci sono elementi che disturbano. Il radiatore, con relativo bocchettone e la pompa dell’acqua, con relativi manicotti, non sono il massimo a vedersi, così come il coperchio della batteria e il regolatore di tensione. Piccoli particolari, ma proprio per questo correggibili.
Check della strumentazione e metto in moto il bicilindrico. Che caratterino, il rombo che esce dallo scarico é di quelli che intrigano, mentre la reattività alle aperture del gas sono decisamente più brillanti rispetto al motore da cui deriva.
Le gomme delle nostre Nuda 900R sono le Metzeler M5, pneumatici stradali (120/70 e 180/55), ma viste le caratteristiche dinamiche e tecniche della Husqvarna (leggerezza e potenza) possono anche andare bene per un breve escursus in pista. Un turno di riscaldamento, per prendere le misure alla pista, ma soprattutto alla motardona varesina, una aggiustatina alla pressione dei pneumatici, 2.1 - 2.0 a caldo, e via che proviamo a divertirci.
La sensazione di leggerezza che si ha guardando la Nuda, e anche dando un'occhiata alla sua scheda tecnica, (195 i chili in oerdine di marcia con pieno di benzina di 13 litri) vengono confermate sin da subito. Rapida e reattiva, la motardona bicilindrica è adrenalinica da guidare, ma senza eccessi che potrebbero mettere in imbarazzo il pilota.

“La linearità del bicilindrico aiuta non poco a scaricare a terra tutta la potenza del motore, mentre frizione e cambio si sono dimostrati all’altezza. Robusta la prima, rapido e discretamente preciso il secondo”

La possibilità di poter regolare sia la molla che l'idraulica della forcella, avvantaggia notevolmente la "R" nei confronti della base, che è priva di qualsiasi possibilità di intervento ,almeno anteriormente. Cerco di limitare i trasferimenti di carico innescati in frenata dalle pinze monoblocco Brembo che mordono forte i dischi sin dal primo imput impartito alla leva, caratteristica che in pista può anche andare bene, ma che in strada può creare problemi sulle superfici sconnesse e in caso di frenate improvvise.
Lavorando sulla compressione e sul ritorno la situazione migliora, ma bisogna stare attenti a non esagerare, anche perché chiudere tutto e precaricare troppo è controproducente per delle sospensioni a corsa lunga come quelle della Nuda. Il mono Ohlins lavora perfettamente e senza particolari modifiche si adatta all'asfalto discretamente rovinato del tracciato.
La linearità del bicilindrico aiuta non poco a scaricare a terra tutta la potenza del motore, mentre frizione e cambio (che ha una rapportatura finale leggermente più corta rispetto a quella della standard) si sono dimostrati all’altezza. Robusta la prima, rapido e discretamente preciso il secondo.
Con il passare dei giri aumenta la confidenza con la Nuda R, le Metzeler M5 iniziano ad andarci strette, e inizio a fantasticare su quello che potrebbe fare questa moto con delle scarpette più performanti. Di certo emergerebbe in maniera più marcata che la luce a terra non è da primato, e che le pedane iniziano a fresare l'asfalto della pista prima di quanto ci si aspetti. A tal riguardo si può risolvere il problema montando le splendide pedane racing disponibili nel listino degli optional (insieme a una serie di componenti in carbonio da leccarsi i baffi).

Tutta la potenza che serve

Il motore ha potenza in abbondanza, e inoltre è capace di riprendere e spingere anche da regimi bradicardici (non rifiuta le aperture di gas anche sotto i 1.800 giri). Certo il meglio lo tira fuori passati i 6.000 giri, e spinge fino all’intervento del limitatore (tutt’altro che brusco) a circa 9.000 giri. Via la tuta e i guanti racing, ci caliamo nei panni dell’utente stradale con la Nuda standard.
L’altezza della sella di serie è pari a 870 mm, 5 in meno della Nuda R, per cui la differenza è minima (è disponibile anche una versione ribassata a 860 mm) mentre la conformazione con il “gradino” si adatta meglio all’uso stradale. Per il resto è tutto uguale. Pochi chilometri in sella alla standard mi fanno apprezzare maggiormente l’impianto frenante “povero” (fossero tutti così i poveri) decisamente più modulabile e meno impegnativo, pur mettendo sul piatto potenza e resistenza all’altezza della situazione, e aggiungo di ogni situazione, anche quelle che contemplano un utilizzo “improprio” della moto. La strumentazione, contagiri a parte, non brilla per leggibilità, ma è più che completa nella dotazione.

Immagine
Il motore sfodera un'ottima potenza e permette di riprendere da giri molto bassi

Il motore ha cavalleria sufficiente a trarsi d’impaccio nei sorpassi, e soprattutto per divertirsi nel misto, aspetto di primaria importanza parlando di una moto come la Nuda 900.
Anche se c'è la possibilità di dotare questa Husqvarna di borse laterali e da serbatoio, oltre a un parabrezza piccolo ma funzionale (rimane esposto all’aria solamente il casco), le doti da macina chilometri sono limitate dalla resistenza fisica del pilota messa a dura prova dalla sella, comoda, ma per brevi spostamenti (è troppo stretta e dura per affrontare lunghe distanze), mentre il difetto della cugina tedesca di scaldare nella zona delle gambe, purtroppo si riconferma anche sulla Nuda.

Si adatta anche all'autostrada. Se necessario...
Dei brevi allunghi mi hanno permesso di saggiare le doti della Nuda 900 a velocità “autostradale”, andatura alla quale emergono delle vibrazioni non particolarmente fastidiose, ma presenti lungo un range di utilizzo del motore che va dai 4.000 giri fin su a salire verso la zona rossa (sulla GS 800 si manifestano a regimi superiori ai 4.000 giri ma sono più fastidiose) mentre l’agile ciclistica si dimostra stabile anche sul veloce (con le borse e il parabrezza alto c’è un leggero alleggerimento dell’avantreno).
Ma questa è una moto che deve essere usata per divertirsi e godere della sua rapidità nel misto, stretto o veloce che sia, senza per forza doverla trasformare in un oggetto che alla prova dei fatti non è. Se volete fare tanta strada e siete appassionati dei trasferimenti autostradali e della Rustichella all’Autogrill rivolgetevi altrove.
L’assetto delle sospensioni è una via di mezzo tra comfort e guidabilità. Fino a quando si rimane su ritmi di guida rilassati o al massimo brillanti, l’assetto moderatamente morbido permette una guida precisa e non va in crisi neanche sugli asfalti più dissestati, ma se volete divertirvi e sfruttare appieno le potenzialità di questa Husky, è meglio lavorare dove si può. Sulla forcella non si può intervenire, ma un paio di regolazioni al mono le si possono fare, ed è meglio farle.
Un po’ di precarico e un filo di freno in estensione, e la Nuda 900 si adatta perfettamente alla guida ignorante. La luce a terra che in pista mi era sembrata migliorabile, su strada è più che sufficiente, e le grattate di pedane le si deve andare a cercare di proposito (tanto per fare scena con gli amici…).

Allora dopo tutto come va giudicata questa moto? Come un oggetto di grande personalità estetica, difficile dire se è più una naked o una motard (anche se a parer mio l’ago della bilancia pende da quest’ultima parte) con un motore e una ciclistica che mettono il divertimento alla guida al primo posto e tutto il resto è noia.


Pregi
Personalità | Guidabilità e divertimento in sella | Freni potenti e modulabili (standard)

Difetti
Sella scomoda sulle lunghe percorrenze | Calore motore – Freni poco modulabili (R)



Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

fonte moto.it

A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

@ldo
Avatar utente
 
Messaggi: 1290
Iscritto il: 15/02/2009, 18:05
Località: Quarto d'Altino (VE)

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 01/11/2011, 20:43

:roll: un'altro torello nell'arena :D ....sembra abbia le carte in regola 8)
moto del passato:
990 superduke my07 (attuale), Can-am Renegade 500 (quad 4x4), 690 Duke my08, 690 sm my07 (il papero)
yamaha R1 my04 (l'enterprise), Honda CBR600 (ape maya), Gilera RC600 (il saltafossi), Benelli 125 sport

Siciliano
 
Messaggi: 90
Iscritto il: 29/10/2010, 19:39

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 01/11/2011, 20:56

Bella è bella, ma gli accessori touring proprio non li capisco :?:

Salzig
Avatar utente
 
Messaggi: 7231
Iscritto il: 06/04/2009, 20:00
Località: La città delle 3 T

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 01/11/2011, 21:18

:sick: A me proprio non piace :(
Al mondo esistono 10 tipi di persone:
chi sa contare in base 2 e chi no.


Wave75: "molla i freni!"
Salzigii iii: "NO!"
.
Le mie foto

CREG
Zia PlatiCreg
Avatar utente
 
Messaggi: 8141
Iscritto il: 10/02/2009, 13:41
Località: CERNUSCO S/N (MI)

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 01/11/2011, 22:40

quante foto......manco dovessi venderla Tu :mrgreen:
ORANGE COW BOY

EnricoKtM
Avatar utente
 
Messaggi: 454
Iscritto il: 23/06/2011, 21:28
Località: Bardolino (VR)

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 01/11/2011, 22:54

niente....a me non va giu...in qualsiasi salsa in qualsiasi colore....ok magari la componentistica ma di estetica fa :blea: :blea: :blea: :blea: :blea:
Fissa la strada davanti a te, pensa alla libertà e vai senza pensieri!

jenk
Fondatore
Avatar utente
 
Messaggi: 19215
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 01/11/2011, 22:57

CREG mavaffan :ass: :)

E' l'unica moto (per ora) su cui si può discutere ....
nel bene e nel male :wink:

P.S. Lo sai che il mio cuore è Orange/Yellow .... visto che il rosso Gilera è ormai scomparso :|

A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Dade
Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 9005
Iscritto il: 06/02/2009, 21:16
Località: Dal pianeta delle scimmie!

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 02/11/2011, 13:31

Chi ha interesse in questa moto chieda pure ammè... visto che è da agosto che ci lavoro sopra... :wink:

Tipo che quello che guida la moto in questi due video sono io... :mrgreen:

Girato a Monaco... :D




In questo girato a Milano bisogna capire se i modelli figoni sono la mia controfigura o viceversa... :village:



Vi allego anche qualche (mia) fotarella dalla cartella stampa già che ci sono... :mrgreen: a proposito le foto delle moto che vedete con il mare sullo sfondo.... a farcele arrivare sugli scogli... :head: se volete farci fuoristrada, NON è la mot ogiusta per voi.... per il resto va da zio... :wink:

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
DADE STREGATTO - KTM SUPERSCIMMIA SUPERPAPERA HYPERMOLLATA

Dade
Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 9005
Iscritto il: 06/02/2009, 21:16
Località: Dal pianeta delle scimmie!

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 02/11/2011, 13:35

@ldo ha scritto::roll: un'altro torello nell'arena :D ....sembra abbia le carte in regola 8)


Assomiglia tanto alla super duke come comportamento su strada.... un pelo meno maneggevole ed ovviamente con meno motore... però molto più comoda e ci si può anche andare a passeggio, se si vuole

Siciliano ha scritto:Bella è bella, ma gli accessori touring proprio non li capisco :?:


le versioni sono sue, la Nuda 900R che è pensata per un uso teppistico e la Nuda 900 che invece è mirata anche all'uso turistico, tant'è vero che usa le borse laterale BMW (eccellenti) più una borsa da serbatoio ed una da sella... più parabrezzino che fino a 140 orari si sente :)
DADE STREGATTO - KTM SUPERSCIMMIA SUPERPAPERA HYPERMOLLATA

Gigiobu
Avatar utente
 
Messaggi: 3449
Iscritto il: 22/10/2010, 23:14

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 02/11/2011, 13:39

Dade ha scritto:Chi ha interesse in questa moto chieda pure ammè... visto che è da agosto che ci lavoro sopra... :wink:

Tipo che quello che guida la moto in questi due video sono io... :mrgreen:

Girato a Monaco... :D



Ok allora una domanda: perchè la moto provata faceva tutto quel fumo?
:rotlf: :rotlf: :rotlf:

Salzig
Avatar utente
 
Messaggi: 7231
Iscritto il: 06/04/2009, 20:00
Località: La città delle 3 T

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 02/11/2011, 13:40

2 tempi, senza miscelatore?

:rotlf: :rotlf: :rotlf: :rotlf:
Al mondo esistono 10 tipi di persone:
chi sa contare in base 2 e chi no.


Wave75: "molla i freni!"
Salzigii iii: "NO!"
.
Le mie foto

Dade
Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 9005
Iscritto il: 06/02/2009, 21:16
Località: Dal pianeta delle scimmie!

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 02/11/2011, 13:41

non è fumo è polvere... :eh: :shifty:
DADE STREGATTO - KTM SUPERSCIMMIA SUPERPAPERA HYPERMOLLATA

Gigiobu
Avatar utente
 
Messaggi: 3449
Iscritto il: 22/10/2010, 23:14

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 02/11/2011, 13:43

Dade ha scritto:non è fumo è polvere... :eh: :shifty:

Va beh, fumo ... polveri sottili ... l'è istess :rotlf: :rotlf: :rotlf:

Dade
Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 9005
Iscritto il: 06/02/2009, 21:16
Località: Dal pianeta delle scimmie!

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 02/11/2011, 13:45

non vedi che le moto scavano due solchi nella strada??? :mrgreen:
DADE STREGATTO - KTM SUPERSCIMMIA SUPERPAPERA HYPERMOLLATA

Gigiobu
Avatar utente
 
Messaggi: 3449
Iscritto il: 22/10/2010, 23:14

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 02/11/2011, 13:45

:lol: ... :giorno:

Arthur Fonzarelli
Fondatore
Avatar utente
 
Messaggi: 12476
Iscritto il: 20/01/2009, 23:36
Località: Milano - Xolotilandia

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 02/11/2011, 13:49

ah ecco chi era quel vecchio culo allora.............io pensavo fosse Lele Mora :mrgreen: :mrgreen:
Scusate ma io posso!
SMR 950 nel passato un Fifty Mistral nel cuore, una ADV Black nel BOX e un Madison 250 ELABORATO nel Cul#
Gran bella la carotona, ma il fifty con 21 cv........


trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10589
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 02/11/2011, 20:59

trovo disgustoso il passaggio dello scarico con quel catalizzatore appena davanti alla ruota posteriore chissa come si concia la gomma quando ti fermi e il calore la scioglie piano piano hihihihihhihihihihihhihi

a me piace la mia e basta ...sinceramente non mi piace esteticamente a me piacciono le cose piu rudi e meno complicate da vedere
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

CapiTitanio
Avatar utente
 
Messaggi: 332
Iscritto il: 18/08/2009, 11:02
Località: Berghem de hota

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 03/11/2011, 8:24

è una Duke incidentata. :down:
Super Duke MK1
LA PAURA FA 990

Drake
Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 2144
Iscritto il: 09/02/2009, 23:07
Località: Sud milano

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 03/11/2011, 19:39

a me piace!!! e Dade la prossima volta digli di chiamare me... se vogliono delle foto con un pilota UOMO! :rotlf: che ti si vedono i capelli bianchi !!! aahaahhahah mi piacerebbe provarla anche se non la comprerei... :D
membr1 del Feroce Racing Team

Il Sempre Duro é volato in celo! e dopo 2 anni ho trovato la degna erede!! Ti amo SuperDuke!!!

katana
Avatar utente
 
Messaggi: 843
Iscritto il: 17/10/2010, 8:23

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 10/03/2012, 11:31

provata!
sinteticamente:
- ha una sella bella duretta, le chiappe kiedono pietà abbastanza presto
- zero riparo aerodinamico, come una qualsiasi naked
- leggera e reattiva, davvero snellissima tra le gambe
- sinceramente non capisco proprio stò manubrio così largo, oltre a far assumere una posizione alle braccia un pò strana (e a far esporre ancora di più al vento il busto), quando si spinge sul manubrio per farle fare un bel piegone nell'ultima fase si ha la sensazione ke l'anteriore "prenda sotto" :-?
- il motore è un bel peperino, con un'erogazione cazzuta appena si passano i 6000 giri (arriva al limitatore ke è una bellezza!), xò sotto i 4000 è un pò smorto (ma è fluido!), e tra i 4000 e i 6000 mi sembra abbia meno vigore della mia vekkia multi 1000
- freni molto buoni
- cambio duretto
- arriva un pò di calore dal motore sui polpacci di entrambe le gambe
- finiture appena sufficienti visto il prezzo
my bar Carruozzo&Macerone

djroby
Avatar utente
 
Messaggi: 710
Iscritto il: 31/07/2010, 14:22
Località: Milano

Re: Husqvarna Nuda 900 e Nuda 900 R

Messaggio » 26/11/2012, 0:00

a distanza di mesi dall'ultimo post, rispolvero il topic con una piccola recensione sulla bestiola bavaro-varesina ...

Immagine

Husqvarna Nuda 900 R

in una fresca giornata di metà novembre siam riusciti a provarla, FINALMENTE. Era da quando è uscita che la desideravo, nuova, unica, con quell'aeroplanino di carta al posto del parafango anteriore che fa molto "io sono diversa" e quindi è una cosa decisamente da approvare questo discostarsi dai canoni e osare. ma iniziamo subito:

Tanto motore. Eccesso di potenza, sulla carta.
Tanto, TANTO. Troppo per una "maxi motard" con un look da motard. convogliatori larghi, forcelle a lunga escursione, Ohlins in bella mostra, doppia pinza brembo M4 per bloccare il tutto. Ha un allungo interessante, non finisce più se forzi la marcia, ma pecca della base di quello che dovrebbe essere il motard: tanta forza sotto a scapito di eccessive velocità massima. Forzare fino oltre i 170 km/h e vedere che ce n'era e ancora a sufficienza è sicuramente un eccesso. Il motore sotto, fino a 4000 giri circa, è pacioso, TROPPO per i miei standard da amante delle moto "nervose/nevrotiche",di quelle che ti fanno tremare più che col parkinson quando scendi per l'emozione; comodissimo in città nel traffico, non trema, non canta molto anche se lo scarico dà una bella voce e quindi le orecchie ringraziano al semaforo, ma sotto è proprio spento per essere una "ERRE" (ed essendo tale ha addirittura dei rapporti più corti della standard). Avrei preferito dieci cavalli in meno sulla carta ma una erogazione più "da coltello tra i denti", magari complice un passo leggermente più stretto per aumentare un po' le possibilità di "Fun-bike/Stunt bike". No, qui non ci siamo.

San Brembo, ci dai una mano tu?"Ni"
Impianto frenante tutto curato da mamma Brembo: pompa radiale, doppia pinza monoblocco M4 "Brembo RACING" all'anteriore con due bei dischi che ti guardano languidi per farsi mordere con cattiveria. A vederla così ti fa già paura, immagini una cattiveria quasi difficile da gestire all'inizio, e invece no, tutt'altro. Comodissimo sempre nel traffico perchè non finisci per fare staccate furibonde involontarie e non escono figure di stoppies degni del miglior Pfeiffer, ma nell'uso sportivo anche minimo a velocità "considerevoli" o in caso di emergenza sicuramente c'è bisogno di almeno un cambio di pastiglie con delle sinterizzate. L'impianto diventa spugnoso all'inizio della corsa dopo un paio di staccate "cattive", per poi mordere leggermente troppo nella seconda fase della frenata. Scendendo da un impianto realmente racing con una pinza meno specialistica ma con annessi e connessi come è giusto che siano, trovo che un impianto del genere DEBBA essere impegnativo da digerire, se non altro per i primi cinque minuti in cui si prendono le dovute misure e distanze. E poi una volta prese, che si inizi a portarle quel rispetto che il racing merita, sapendo che ti daranno IMMENSE soddisfazioni in caso di staccata in cui si deve mordere. Questo mancava, ma era complice anche il clima ormai fresco che mi ha fatto osare poco, unito a delle gomme ancora nuove e un grip non eccellente dell'asfalto freddo, oltre all'impossibilità di trovare spazi adeguati dove provare a dovere e a fondo.

Ora veniamo ai tanti pro della moto: una seduta azzecatissima, con sella comoda e impostata correttamente, con le gambe che finiscono come fossero disegnate proprio sotto alle "ali" ai lati del serbatoio, le pedane al posto giusto. Vibrazioni ridottissime, ottima anche per macinare qualche km in più (ma sono abituato ai monocilindrici, i "frullini" per eccellenza, quindi questo per me è un mondo quasi ovattato), il cambio perfetto, innesti fulminei e chirurgici sempre, la leva del freno un pelo troppo bassa ma morde il giusto, forse giusta per una posizione di guida caricata più sull'anteriore, ma son gusti personali e comunque facilmente aggiustabili. Innescare il traverso è comunque un gioco da ragazzi, se solo il motore avesse quel poco più di spinta fin da subito si potrebbe provare a gestirlo un po' più facilmente una volta iniziato. Invece va fatta girare alta e forte, il suo pane per come è messa è la curva larga con la percorrenza degna da sportiva o comunque come una naked, anche se tirare fuori il piede tipico del motard esce spontaneo e naturale. Forse con qualche modifica dove serve (una mappatura che cambi il carattere di questa bestiola, una ulteriore riduzione dei rapporti, e uno scarico che le tiri fuori la voce e la rabbia che una Erre di razza merita), si può comunque arrivare a renderla un giocattolo degno dei cordoli, e magari anche qualche panettone non troppo impegnativo.

(Fonte: http://www.facebook.com/photo.php?fbid=115192901976998)
KaTe eMily 690 SMC


Torna a Joe Bar

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: andrea-maro, aron, Bing [Bot], Cerv990, Dino-, Google [Bot], kinder, Maripri, mototopo67, MSNbot Media, toto77

SEO Search Tags

borse husqvarna nuda      contagiri benelli 250 2 c corsa      difetti husqvarna 900      difetti husqvarna nuda      difetti nuda 900      forum husqvarna nuda 900 meglio la r o la stradale?      forum nuda 900      gomme per la nuda 900 r      husquarna nuda 900 forum      husqvarna 900 forum      husqvarna 900 r scheda tecnica      husqvarna nuda 900 forum      husqvarna nuda 900 r      husqvarna nuda 950 r      husqvarna nuda r forum      husqvarna nuda scheda tecnica      ktm 900 smr opinioni      ktm 900 stradale      ktm 990 smr husqvarna 900      ktm 990 vs huvsquarna 900 nuda      ktm 990 vs nuda 900      modifica sospensioni nuda 900      nuda 900 difetti      nuda 900 forum      nuda 900 italia      nuda 900 pregi difetti      nuda 900 r forum      nuda 900 r opinioni      nuda 900 r vs      nuda 900 r      nuda 900 recensione      nuda 900 vs ktm 990      nuda 900 vs ktm      nuda 900 vs smr 990      nuda 900      nuda 900r vs ktm      nuda900 r      pedane nuda 900      pregi e difetti husqvarna nuda 900      pregi e difetti nuda 900 r      pressione gomme nuda 900      sella touring husqvarna nuda 900      smr 950 r vs husqvarna nuda 900 r      valigia sport nera husqvarna      valigie husqvarna nuda900r prezzo      valigie husqvarna      HUSQVARNA NUDA VALIGIE      husqvarna 900      nuda 900 vs